Cari colleghi perché siete d’accordo con la regionalizzazione?


Rispondo pubblicamente ai colleghi che mi scrivono dalla Lombardia e dal Veneto che sono a favore della regionalizzazione (a qualcuna ho già risposto su Messenger).

Il docente che insegna a Reggio Calabria per quale fantasioso e arcano motivo dovrebbe prendere uno stipendio più basso del collega che insegna a Milano o a Venezia o a Bologna?

Gli studenti che frequentano la scuola a Campobasso perché non dovrebbero più avere tutte le strumentazioni multimediali come gli alunni in Veneto?

Vi lamentate dei colleghi insegnanti “deportati” al nord che sono un problema?

Cari colleghi del Nord con la sindrome del Marchese del Grillo ma lo sapete che l’algoritmo “impazzito” della “buona scuola” di Renzi ha obbligato molti colleghi del Sud , vincitori di concorso, a scegliere le scuole al nord quando invece avrebbero potuto scegliere la sede sotto casa ma non gli è stato permesso. Pur avendo un mutuo da pagare giù... hanno dovuto prendere in affitto un appartamento per insegnare al nord, aggiungendo spese su spese. Informatevi prima di “provare” fastidio verso i colleghi che hanno la necessità e il diritto di ritornare giù.

La cosa che più mi fa incazzare sapete qual è?


Che i docenti che vorrebbero la regionalizzazione, per guadagnare di più , sono del sud che vivono al nord da tanti anni e sono anche di sinistra ma il loro motto è: “io so io e voi... non siete un cazzo!” Poi però in classe insegnano ai propri studenti la cultura dell’integrazione e del rispetto verso gli altri. Che bisogna combattere chi discrimina, fanno rispettare il minuto di silenzio per l’olocausto spiegano il razzismo, il fascismo e...appunto!

La sindrome della cadrega vi ha ormai infettato. Non bastano 10 pastiere napoletane, 100 cannoli siciliani, 10 kg di ‘Nduja e caciocavallo a disintossicarvi.

Avete perso una grande occasione per dimostrare di essere dei veri insegnanti della scuola pubblica statale italiana!

Eh mannaia!


Paolo Latella 

#noregionalizzazione, #m5s, #indifesadellascuolastatale

Commenti